Fai crescere il tuo business online.

eCommerce SEO – Come migliorare le classifiche di ricerca eCommerce in 8 passaggi

Chiavi per il posizionamento delle parole chiave

Prendere in considerazione:

Non puoi sempre competere con i grandi, ma puoi concentrarti bene sul posizionamento per singole pagine di prodotti e categorie a termini meno competitivi, come le parole chiave a coda lunga.

Come apparire nelle classifiche di ricerca

Diamo un’occhiata all’esempio delle scarpe da donna.

I primi posti vanno a DSW, Famous Footwear, Shoes.com, Macy’s, Amazon, Nordstrom Rack, Nordstrom, Shoe Carnival e Zappos.

Esempio di scarpe da donna SEO eCommerce

Le probabilità che tu abbia eliminato uno di questi grandi giocatori è piuttosto bassa. Ma ciò non significa che dovresti rinunciare al SEO eCommerce.

In effetti, puoi sfruttare parole chiave a coda lunga – o parole chiave e frasi più specifiche – per migliorare le tue classifiche e acquisire nuovi clienti.

Ad esempio, la ricerca di “scarpe da ciclismo da donna” ha ancora alcuni grandi nomi (come Sierra, REI e Amazon). Ma nella posizione cinque, il sito di nicchia Ciclista competitivo si unisce alle classifiche. Questa classifica può portare loro traffico e clienti preziosi. Secondo il Rapporto di riferimento Q1 2019 da Monetate, il tasso di conversione eCommerce globale è 2,72%. Ciò significa che per ogni 100 nuovi visitatori il ciclista competitivo ottiene dai suoi sforzi SEO e-commerce, ottengono quasi tre vendite.

Inoltre, utilizzando tecniche di email marketing e remarketing, possono vendere ancora di più a quei clienti per espandere il valore del cliente ben oltre il loro valore iniziale.

Esempio di scarpe da ciclismo da donna SEO eCommerceCome migliorare le classifiche di ricerca eCommerce in 8 passaggi

Il successo dell’eCommerce SEO è un po ‘diverso dal SEO per un sito Web basato sul contenuto. Probabilmente avrai più pagine da ottimizzare con meno contenuti da sfruttare. Inoltre, la minaccia di contenuto duplicato è molto più alto.

Quindi, come ottimizzi il tuo sito e-commerce?

  1. Effettua la ricerca di parole chiave per pagine di prodotti e pagine di categorie.
  2. Ottimizza le tue pagine con meta titoli, descrizioni e tag H1.
  3. Crea e ottimizza le descrizioni dei prodotti e delle categorie.
  4. Rivedi e reindirizza gli URL.
  5. Migliora le immagini per un migliore caricamento e ricerca.
  6. Esegui SEO tecnico.
  7. Aggiungi contenuti per ulteriori SEO e-commerce.
  8. Non dimenticare la ricerca mobile.

Iniziamo.

1. Effettua ricerche di parole chiave per pagine di prodotti e pagine di categorie

La ricerca di parole chiave non riguarda solo il brainstorming e la speranza di trovare i termini giusti. Con strumenti come Amazon, Google Keyword Finder e altri strumenti SEO, puoi creare un elenco dei termini che i tuoi clienti target utilizzano per trovare i tuoi prodotti.

Opzione 1: Google Keyword Planner

Puoi iniziare la ricerca di parole chiave utilizzando Google Keyword Planner. Dovrai creare un account Google Ads gratuito per utilizzare lo strumento, ma non devi creare annunci o aggiungere i dati della carta di credito per effettuare ricerche.

Una volta dentro, aggiungi alcune parole chiave seed. Queste sono solo le parole chiave che useresti se stessi cercando te stesso.

Non utilizzare il marchio o il nome dell’azienda come una delle parole chiave seed.

Il tuo sito probabilmente si classificherà bene per il tuo marchio proprio in base alla frequenza con cui lo usi nel descrivere la tua azienda.

Dalle parole chiave seed immesse, Google ti fornirà più parole chiave correlate insieme a un volume di ricerca approssimativo. Dovrai scegliere parole chiave che attirino il tuo pubblico di destinazione e mostrino il giusto intento di ricerca.

L’intento di ricerca è semplicemente il motivo per cui le persone eseguono la ricerca. Stanno cercando di imparare, essere intrattenuti o comprare?

Un buon modo per determinare l’intento di ricerca è cercare il termine utilizzando una finestra di navigazione in incognito o privata. Guardare i primi risultati di ricerca ti darà una buona idea se sono focalizzati sull’acquisto o semplicemente sulla navigazione.

Un altro modo per determinare l’intento di ricerca è il costo per clic. Un costo per clic più elevato spesso indica un intento di ricerca dell’acquisto perché le società che pagano per tali clic sono disposte a pagare di più per la probabilità del ROI.

Le pagine dei risultati dei motori di ricerca di Google sono un’altra grande fonte di nuove parole chiave correlate. Nella parte inferiore di ogni pagina ci sono ricerche relative al termine originale.

  Esempio di ricerca relativa al SEO e-commerce

Opzione 2: ricerca predittiva di Amazon

Amazon, la piattaforma di ricerca e-commerce più potente al mondo, può aiutarti a trovare parole chiave per l’ottimizzazione del tuo sito. Inizia digitando la frase di ricerca chiave e la ricerca predittiva di Amazon ti mostrerà le frasi popolari relative alla parola chiave inserita.

Lo Strumento per le parole chiave di Amazon può anche aiutare ad accelerare questo processo.

Esempio di ricerca Amazon eCommerce SEO

Opzione 3: strumenti SEO a pagamento

Strumenti come Ahrefs offrire strumenti potenti e approfonditi per la ricerca di parole chiave, incluse le parole chiave utilizzate dai concorrenti. Sebbene sia uno strumento a pagamento, può farti risparmiare un sacco di tempo e fornirti spunti potenti.

Indipendentemente dall’opzione scelta per la tua ricerca SEO e-commerce, non limitarti a un breve elenco di parole chiave. Dovrai ottimizzare ogni pagina, comprese le pagine dei prodotti e le categorie, con una parola chiave unica.

Ciò è più facile creando un foglio di calcolo con tutte le tue pagine, aggiungendo colonne per la parola chiave che stai targetizzando sulla pagina. Se lo desideri, puoi anche utilizzare il foglio di calcolo per creare meta titoli, descrizioni e tag H1. (Puoi scaricare un foglio di calcolo di esempio dal mio Libreria di risorse.)

Descrizione dei dati meta SEO eCommerce2. Aggiorna i tuoi meta titoli, descrizioni e tag H1

Ora che hai fatto la ricerca delle parole chiave, è tempo di iniziare a metterla sul tuo sito web. Il primo passo è ottimizzare le pagine dei prodotti e delle categorie con meta titoli, meta descrizioni e tag titolo H1. Ognuno di questi elementi dovrebbe contenere la parola chiave target almeno una volta.

Ricorda di scrivere ogni elemento del tuo sito Web per il lettore, non solo per i motori di ricerca.

3. Creare o ottimizzare le descrizioni dei prodotti e delle categorie

Le descrizioni dei prodotti e delle categorie aiutano sia i tuoi potenziali clienti sia i motori di ricerca a capire cosa stai vendendo e perché i tuoi prodotti sono unici.

Nelle pagine delle categorie, avrai solo bisogno di un paragrafo o due per condividere i tuoi prodotti o servizi. Assicurati di utilizzare la parola chiave target nella descrizione della categoria.

Le pagine dei prodotti dovrebbero avere più contenuti per aiutare a comunicare il valore, le caratteristiche e i vantaggi del prodotto e aiutare il cliente a fare la scelta giusta.

La pagina del tuo prodotto dovrebbe includere:

  • Una descrizione univoca del prodotto da 150 a 200 parole (o più)
  • Tre immagini ottimizzate del prodotto, incluso uno del prodotto in uso, se applicabile
  • Recensioni dei clienti
  • Dettagli specifici del prodotto che possono essere facilmente scansionati dagli utenti, come misure, peso, requisiti, ecc.
  • Se possibile, un video del prodotto in uso, che descrive perché è meglio di un set competitivo di prodotti

4. Ottimizzazione dell’URL

Gli URL amichevoli non sono solo migliori per la condivisione, sono anche importanti per il successo dell’e-commerce SEO.

Google preferisce URL brevi e di facile lettura. Se possibile, limitare gli URL della pagina del prodotto al solo titolo del prodotto, senza la lumaca della categoria.

  • Ideale: https://www.yoursite.com/product-keyword
  • Accettabile: https://www.yoursite.com/category/product-keyword
  • Evitare: https://www.yoursite.com/category/category-keyword/product/product-keyword

La tua piattaforma di e-commerce potrebbe dettare le scelte che hai per le strutture URL.

Prima di modificare le strutture degli URL, assicurati di tenere traccia di tutti gli URL precedenti e di utilizzare reindirizzamenti 301 per puntare ai tuoi nuovi URL.

Alcune piattaforme di eCommerce gestiranno questo automaticamente, quindi assicurati di controllare il tuo sito di aiuto o l’assistenza clienti per scoprire di cosa hai bisogno al fine di garantire che i reindirizzamenti entrino in atto.

5. Ottimizzazione dell’immagine

Le immagini sono la chiave per un sito di eCommerce di successo, ma senza una corretta ottimizzazione, possono anche danneggiare il tuo SEO eCommerce.

Dovrai trovare un equilibrio tra dimensioni ridotte del file e qualità delle immagini accettabile per ottimizzare le tue immagini.

Nella maggior parte dei casi, dovresti usare JPEG per immagini che hanno molto colore e PNG per immagini semplici. Prova diversi formati e compressioni per trovare il giusto mix per le immagini utilizzate dal tuo sito.

Assicurati di includere anche i tag ALT per tutte le tue immagini ottimizzate. I tag ALT vengono utilizzati dagli screen reader per aiutare gli utenti ipovedenti a navigare e utilizzare il tuo sito, nonché dai motori di ricerca per capire di cosa sono le immagini.

6. Eseguire passaggi tecnici SEO

Un buon SEO per e-commerce va oltre la semplice misurazione del contenuto del tuo sito e dei tuoi metadati. Ci sono anche elementi tecnici che possono contribuire al posizionamento del tuo sito.

Migliora i tempi di caricamento del sito

Le percentuali di rimbalzo aumentano del 50% se il tuo sito web impiega due secondi in più per caricarsi e i tassi di conversione diminuiscono del 12% per ogni secondo in più che impiega il tuo sito Web per caricarsi. L’ottimizzazione delle immagini e la rimozione di elementi non necessari migliora il posizionamento dei motori di ricerca e i tassi di conversione.

Crea e invia una sitemap a Strumenti per i Webmaster di Google e Bing

Inviando la tua sitemap a Strumenti per i Webmaster di Google e Strumenti per i Webmaster di Bing, stai facendo conoscere in modo proattivo i due più grandi motori di ricerca del mondo sul tuo sito. Inoltre, questi strumenti possono avvisarti di problemi critici che Google o Bing incontrano con i tuoi siti.

Avere un certificato SSL valido

Un certificato SSL non è solo qualcosa di cui hai bisogno nel tuo carrello. Dal momento che potresti raccogliere indirizzi e-mail su altre pagine (con elementi come il modulo di iscrizione e-mail), un SSL protegge anche quei dati.

La maggior parte dei browser ora segnala ai visitatori quando un sito non è sicuro, a volte addirittura allontanandoli. L’host del tuo sito web spesso può aiutarti con un certificato SSL.

Nota dell’editore: I siti Web di AzHost + La soluzione di e-commerce di marketing è già protetta con un SSL (Secure Sockets Layer), quindi non sarà un costo aggiuntivo per te o per la tua azienda proteggere il tuo sito web.

Semplifica la navigazione

Offri ai clienti diversi modi per navigare nel tuo sito: dalla navigazione principale, alle sottocategorie e alla ricerca nel sito. Gli spider dei motori di ricerca utilizzano la navigazione del tuo sito per assicurarsi di trovare tutte le pagine del tuo sito, rendendole reperibili agli utenti dei motori di ricerca!

Aggiungi breadcrumb al layout del tuo sito

A proposito di navigazione, c’è un’altra forma di navigazione che viene spesso trascurata e che può influire sulla SEO e-commerce e sull’usabilità del sito. Il pangrattato aiuta sia i tuoi utenti che i motori di ricerca a capire come le tue pagine si relazionano l’una con l’altra. La navigazione breadcrumb è spesso una caratteristica del tema del tuo negozio.

Elimina i collegamenti interrotti

A nessuno piace raggiungere una pagina 404, inclusi i motori di ricerca. Per migliorare il tuo SEO e-commerce, pulisci i collegamenti interrotti reindirizzando il maggior numero possibile alle pagine di sostituzione appropriate.

È possibile trovare collegamenti interrotti utilizzando un plug-in, ad esempio Controllo collegamenti interrotti per WordPress, Google Search Consoleo uno strumento di terze parti come Controllo collegamenti morti.

Puoi anche creare una pagina 404 personalizzata per il tuo sito che aiuti a indirizzare le persone nella giusta direzione quando incontrano un collegamento interrotto.

7. Aggiungi contenuto a per una migliore ricerca

La maggior parte dei siti di e-commerce non presenta molti contenuti, il che rende difficile ottenere un buon posizionamento SEO. Puoi cambiarlo semplicemente aggiungendo contenuti pensando alla SEO, utile anche per i tuoi clienti, come:

  • infografica
  • Guide dell’acquirente
  • Guide regalo
  • confronti
  • Guide pratiche e di apprendimento
  • Domande frequenti
  • Testimonianze

Un altro tipo di contenuto che è necessario aggiungere al tuo sito Web sono le recensioni. Le recensioni dei clienti forniscono più contenuti a beneficio del tuo SEO e-commerce, tra cui la possibilità di classificare le tue pagine in termini di termini a coda lunga, comprese le combinazioni di “Revisione del nome del prodotto”.

Le recensioni dei clienti valide descrivono anche i tuoi prodotti nei termini utilizzati dai clienti, non nella descrizione del marketing, dandoti ancora più termini che potresti classificare nel tempo.

Infine, le recensioni aiutano a differenziare i tuoi prodotti dagli altri che offrono prodotti e servizi uguali o simili.

Correlati: come ottenere recensioni sui prodotti

8. Non dimenticare la ricerca mobile

Con tutto il discorso su come progettare il tuo sito per conversioni e ricerche, è facile trascurare l’importanza dell’accessibilità mobile. Ma è difficile ignorare il fatto che molti di noi si rivolgono spesso ai nostri dispositivi mobili durante la ricerca:

L’ottimizzazione del tuo sito per la ricerca mobile utilizza tutte le stesse tecniche di cui abbiamo già discusso, stratificate con ulteriori test e ottimizzazione.

  • Assicurati che il tuo sito venga visualizzato correttamente sui dispositivi mobili. Hai mai visitato un sito Web pieno di pop-up e overlay difficili da navigare o addirittura impossibili sul tuo cellulare?
  • Controlla due volte e tre volte le ottimizzazioni del tempo di caricamento. Come consumatori di Internet, desideriamo tutto sempre più veloce, più veloce. I giorni in cui sono disposti ad aspettare 30 minuti per il download di un singolo brano sono finiti. Ora, se un sito non viene caricato, in particolare sui nostri smartphone, in pochi secondi, stiamo premendo il pulsante Indietro per tornare ai nostri risultati di ricerca. I siti di e-commerce spesso hanno molte immagini che mettono a dura prova la larghezza di banda mobile se non ottimizzate correttamente.
  • Rendere le ancore una priorità. L’uso degli ancoraggi nelle tue pagine per collegare informazioni importanti, come recensioni ed elenchi di funzionalità, semplifica la navigazione del tuo sito su dispositivi mobili.

Correlati: tendenze e-commerce che stanno plasmando il mondo dello shopping online

Sfide uniche per l’eCommerce SEO

I siti web di e-commerce devono affrontare ulteriori sfide uniche che la maggior parte dei siti Web basati sul contenuto non devono affrontare, tra cui:

Contenuto duplicato

Questo di solito accade quando ci sono più varianti di un prodotto e quando un utente seleziona una variante diversa, il CMS aggiunge una variabile all’URL, rendendola una pagina unica. Quando ciò accade, tutto il contenuto è uguale su tutte le varianti, ad eccezione del nome della variante. Per esempio:

  • https://www.yoursite.com/category1/product
  • https://www.yoursite.com/category1/product?gold

A meno che il prodotto non sia sostanzialmente diverso nella misura in cui è possibile scrivere nuovi contenuti per la variante, l’URL dovrebbe rimanere lo stesso quando un utente passa da una variante all’altra.

Un’altra opzione sarebbe quella di canonicalizzare tutte le varianti alla pagina del prodotto predefinito principale.

Navigazione sfaccettata

La navigazione sfaccettata si riferisce ai filtri posizionati su insiemi di prodotti. Questi sono comuni con set di prodotti di grandi dimensioni, in cui il sito Web consente agli utenti di restringere il set di risultati selezionando funzionalità di definizione del prodotto aggiuntive, come la limitazione dei risultati solo ai prodotti che hanno più di 4 stelle o sono disponibili in una dimensione specifica.

La sfida è che se i tuoi filtri sono scansionabili dai motori di ricerca (che la maggior parte lo sono), crea quasi un numero illimitato di pagine e varianti di prodotto che sporcano il tuo sito Web di contenuti duplicati e pagine di spam. Ciò può far sì che i motori di ricerca rimangano intrappolati in una rete di infinite possibilità e sprecare la ricerca per indicizzazione su pagine di basso valore.

La buona notizia è che ci sono modi per strutturare i filtri / la navigazione sfaccettata in modo vantaggioso per gli utenti e i motori di ricerca.

Moz offre suggerimenti su come gestire la navigazione sfaccettata se sei un grande sito di e-commerce che lavora per migliorare l’ottimizzazione SEO dell’e-commerce.

Mettere un prodotto in più categorie

A prima vista, questo problema non riguarda la maggior parte dei sistemi di gestione dei contenuti. In effetti, è spesso utile avere prodotti in più categorie per aiutare gli utenti a trovare quello che stanno cercando.

Quando i siti Web si mettono nei guai quando si inserisce un prodotto in una nuova categoria, la categoria viene aggiunta all’URL, risultando in più URL per lo stesso prodotto. Per esempio:

  • https://www.yoursite.com/category1/product
  • https://www.yoursite.com/category2/product

Puoi combatterlo aggiornando i tuoi URL standard in modo che la categoria non faccia parte dell’URL. In alcuni sistemi di gestione e-commerce, è possibile definire una categoria principale utilizzata nell’URL mentre tutti gli altri URL di categoria sono secondari a quello.

Ne vale la pena eCommerce SEO?

Migliorare l’eCommerce SEO ha molti elementi in movimento, ma non è privo di ricompense. Con oltre 5,6 miliardi di ricerche al giorno, ovvero 63.000 ricerche al secondo in un determinato giorno, secondo Terra dei motori di ricerca – investire nell’eCommerce SEO può aiutarti a far crescere la tua attività e raggiungere.

Bisogno di aiuto? Lascia che gli esperti dei servizi SEO AzHost guidino la tua strategia SEO e ottimizzino il tuo sito in modo che ottenga l’attenzione che merita. Contatta AzHost oggi per vedere come puoi lavorare di meno e classificare più in alto.

CERTIFICATI SSL

SSL
Rendi il tuo sito più sicuro con il certificato SSL

SICUREZZA WEB

Sicurezza Sito Web
Mantieni il tuo sito privo di malware e i tuoi visitatori al sicuro.