Fai crescere il tuo business online.

Come aggiungere schema a WordPress

Aumenta la tua visibilità

Google continua a impegnarsi per comprendere i contenuti dei siti Web, attraverso Elaborazione del linguaggio naturale tecniche e altro, quindi gratificante e penalizzante di conseguenza.

Correlati: Codifica per SEO

Come si aggiunge lo schema a WordPress?

Non è complicato implementarlo sul tuo sito Web WordPress, come vedrai in questo articolo. Tratteremo:

  • Che cos’è il markup dello schema (microdati)?
  • Perché è utile il markup dello schema?
  • Metodi per l’aggiunta di schemi al tuo sito WordPress.
  • Risoluzione dei problemi relativi al markup dello schema.

Andiamo.

Che cos’è il markup dello schema (microdati)?

Mentre abbiamo già discusso del markup dello schema e dei dati strutturati in alcuni dettagli in un precedente articolo, aggiorniamo un po ‘con un breve primer.

Sappiamo tutti e capiamo cos’è l’HTML: è un linguaggio di markup progettato per spiegare ai browser cosa e come dovrebbero mostrare i contenuti agli utenti finali.

Il markup dello schema è stato progettato per superare i limiti nel trasmettere la semantica dei contenuti Web ai motori di ricerca. L’idea è di dare più significato al contenuto che viene pubblicato.

Il problema è che mentre l’HTML spiega come dovrebbe apparire il contenuto, non trasmette alcun significato o semantica ai crawler che sono utilizzati per alimentare i motori di ricerca.

Gli algoritmi dei motori di ricerca devono escogitare i propri modi per decifrare e comprendere il contenuto effettivo visualizzato. Ovviamente, usano molte tecniche avanzate per farlo.

Tuttavia, queste tecniche possono fare solo così tanto.

Il markup dello schema è stato progettato specificamente per superare tale limitazione nel trasmettere la semantica dei contenuti sul web. Si tratta di una serie di strutture di dati di markup, che i webmaster o i proprietari di contenuti possono utilizzare per contrassegnare e spiegare in dettaglio tipi specifici di contenuti e informazioni presentati sui loro siti.

Aggiungi schema all'organizzazione WordPress

L’idea è di dare più semantica o significato al contenuto che viene pubblicato.

Mentre questo può essere usato con articoli regolari (e in effetti, c’è un markup che può essere impiegato su articoli), ci sono tipi specifici di contenuto che si prestano meglio a tali dati strutturati. Questi includono:

  • Opere creative come libri, film, registrazioni musicali, serie tv, ricette, ecc.
  • Oggetti incorporabili che non sono testo come video, audio, immagini.
  • Eventi.
  • Le organizzazioni.
  • Persone.
  • Luoghi come attività commerciali locali, ristoranti, ecc.
  • Prodotti e offerte.
  • Recensioni e valutazioni.

Ecco un elenco completo di tutti i diversi tipi di contenuto che può essere rappresentato utilizzando il markup dello schema.

Ad esempio, ecco una descrizione che può essere applicata a un film:

Solo: A Star Wars Story

Director: Ron Howard (born March 1, 1954)

Science fiction Trailer

Come puoi vedere, stiamo incorporando un numero di tag di markup aggiuntivi nell’HTML. Questi tag vengono utilizzati per dare più significato al contenuto che stiamo mostrando.

Perché è utile il markup dello schema?

Come menzionato più avanti in questo articolo, lo schema è progettato in modo tale che i motori di ricerca possano comprendere meglio il contenuto. Ma perché ti è utile come sviluppatore web?

Se hai letto sui motori di ricerca negli ultimi mesi, probabilmente lo sai già intento di ricerca dell’utente è diventato fondamentale per le classifiche.

I motori di ricerca si sforzano di visualizzare risultati in grado di soddisfare accuratamente intento dell’utente di una query.

Con specifiche query in linguaggio umano che diventano sempre più pervasive – grazie alla prevalenza di assistenti come Google Assistant, Siri, Google Home, Alexa e tutti gli altri tipi di assistenza “intelligente” – gli algoritmi hanno bisogno di tutto l’aiuto possibile. Utilizzando il markup dello schema, al tuo sito web viene dato un chiaro significato ai motori di ricerca, consentendo loro di presentare i risultati nel giusto contesto.

Aggiunta di schema al tuo sito WordPress

Ora che comprendiamo cos’è il markup dello schema, vediamo alcuni modi per implementarlo sul tuo sito web. Presenteremo varie opzioni in modo che tu possa scegliere quella più adatta alle tue esigenze:

  1. Aggiunta manuale di alcuni dettagli di base al tema.

  2. Aggiungi i dettagli di base con il tuo plugin SEO.

  3. Utilizzare un tema che supporti il ​​markup dello schema.

  4. Utilizzare un plug-in di schema generico.

  5. Utilizzo di un plug-in di schema specifico di nicchia.

Diamo un’occhiata a ciascuna opzione.

1. Aggiunta manuale di alcuni dettagli di base al tema

Il modo più semplice per aggiungere markup dello schema al tuo sito WordPress è generare un markup usando uno strumento appropriato disponibile online con alcuni dettagli sul tuo sito e sulla tua organizzazione. Quindi modifica il tema per generare questi dati.

Ad esempio, il Generatore JSON-LD di Schema.org consente di creare una voce di dati strutturata dettagliata come richiesto.

Seguendo la procedura guidata e compilando le voci è possibile generare una voce generica per l’azienda o voci specifiche per pagine specifiche.

Aggiungi schema all'app WordPress
Foto: App Schema

Dopo aver inserito tutti i dettagli, un JSON-LD (o Notazione oggetto JavaScript per dati collegati), da verificare con Strumento di test dei dati strutturati di Google.

Non preoccuparti se non sai cosa sia JSON, copieremo e incolleremo questo nel nostro sito web.

È necessario aggiungere i seguenti elementi essenziali, ma la procedura guidata in realtà rende il riempimento delle informazioni piuttosto semplice da seguire.

  • Categoria di Business
  • Nome commerciale
  • Indirizzo
  • Ore di lavoro
  • Sito web
  • Ore di operazione

…. e qualche altro dettaglio.

Una volta che abbiamo il testo JSON, dovremo aggiungerlo al nostro Sito Web WordPress come script. Il modo più semplice per farlo è quello di aggiungere un tag di script all’intestazione della tua pagina. Puoi modificare il tema del tuo sito per aggiungere lo script o utilizzare un plug-in come Inserisci intestazione e piè di pagina.

Aggiungi lo script come generato dallo strumento, salva ed esegui il tuo sito tramite lo strumento di test dei dati strutturati per assicurarti che nulla sia stato rotto durante l’installazione del codice sul tuo sito.

Aggiungi schema alle impostazioni di WordPress

Questo è il modo più semplice e basilare di aggiungere markup allo schema. È per coloro che non vogliono aggiungere alcun plug-in o apportare modifiche drastiche al loro sito, ma hanno ancora alcuni dati strutturati in atto.

Questo è particolarmente adatto per le aziende e le organizzazioni locali che vogliono assicurarsi che i loro dati siano completamente accessibili ai motori di ricerca.

2. Aggiungi i dettagli di base usando il tuo plugin SEO

Dato che il markup dello schema è importante per la SEO, la maggior parte dei plugin SEO supporta l’aggiunta di dati strutturati al tuo sito Web, almeno a livello di base.

Yoast SEO, ad esempio, ti consente di aggiungere i dettagli della tua organizzazione tramite SEO> Aspetto di ricerca:

Aggiungi schema alla home page di WordPress

Il plug-in SEO Framework, il nostro plug-in preferito per l’ottimizzazione dei motori di ricerca, ha anche impostazioni di markup dello schema:

Aggiungi schema all'output di WordPress

Altri plugin SEO presenteranno impostazioni simili che creeranno i dati di markup dello schema di conseguenza per il tuo sito web.

3. Utilizzo di un tema che supporta Schema Markup

Con il markup dello schema diventato un segnale così pervasivo e importante nella ricerca, alcuni venditori di temi sono saltati a bordo e stanno rilasciando prodotti che supportano l’output del markup dello schema per impostazione predefinita.

Onestamente, parlando, è strano per me come i piccoli venditori lo stiano facendo. Sarebbe bello per i clienti se potessimo vedere più venditori di temi che lo prendessero.

Per completezza, presenteremo Schema Lite e Lo schema, due temi con markup integrato.

Nota: Non abbiamo usato nessuno di questi temi da soli, quindi non possiamo formulare raccomandazioni a favore o contro il loro uso.

Durante i nostri test, abbiamo potuto vedere che quando si eseguono i siti dimostrativi tramite lo strumento di test dei dati strutturati, i temi contrassegnano effettivamente ogni elemento del sito, in modo tale da dare un significato semantico esatto a TUTTI gli elementi del sito.

Aggiungi schema ai test di WordPress

Come si può vedere nella schermata sopra, il tema genera vari dati strutturati di markup che mostrano elementi come:

  • Varie pagine
  • Voci della barra laterale
  • Organizzazione
  • Intestazione e piè di pagina
  • Elementi di navigazione del sito
  • Articoli del blog

Crediamo fermamente che questa sia la direzione che tutti i venditori di temi dovrebbero prendere.

4. Utilizzare un plug-in di schema generico

Proprio come ci sono alcuni temi che raccolgono dati strutturati e li aggiungono al loro tema, ci sono anche alcuni plugin appositamente progettati per produrre vari tipi di dati strutturati.

Uno dei plugin di schema più popolari, che è anche molto apprezzato, è il nome appropriato Schema collegare. Con una valutazione media di 4,7 stelle e 50.000 installazioni attive, è un plugin abbastanza popolare per contrassegnare il tuo sito Web WordPress con dati strutturati.

Il plug-in Schema supporta:

  • Knowledge Graph (organizzazione, logo, numeri di contatto dell’azienda e link al profilo social).
  • Opere creative (articolo, BlogPosting, NewsArticle, Report ecc.).
  • Blog, WPHeader, WPFooter, BreadcrumbList, Informazioni su Pagina, Pagina di contatto, Persona e altri elementi di WordPress.
  • Plugin di WordPress di terze parti come WooCommerce, Easy Digital Downloads e altri.
  • Revisione dello schema (tramite un’estensione gratuita).

Il bello di questo plugin è che ha anche la possibilità di farlo definire nuovi output di tipo schema.org, il che è ottimo per sviluppatori e designer che desiderano aggiungere supporto per un tipo specifico di markup dello schema all’interno di un sito Web esistente.

Per semplificare la configurazione, il plug-in include anche una procedura guidata di configurazione che consente di definire rapidamente il markup dello schema per il sito Web / l’organizzazione.Aggiungi schema a WordPress automaticamente

5. Utilizzo di un plug-in WordPress specifico di nicchia

Mentre i plug-in e i metodi di cui sopra possono offrirti un buon livello di schema di markup e persino permetterti di aggiungere i tuoi tipi se necessario, ci sono vari plug-in specifici di nicchia che in realtà creano uno schema di markup per tipi specifici di dati.

Vedremo alcuni di questi plugin.

Schema degli eventi

Il Schema degli eventi il plug-in sarebbe utile per coloro il cui sito Web genera un numero di eventi che devono essere contrassegnati come dati strutturati dell’evento.

Il plug-in si integra anche con i più diffusi plug-in di eventi WordPress come Events Manager, All-in-One Event Calendar, Event Organizer ed EventON.

Il risultato atteso nei motori di ricerca utilizzando lo schema degli eventi sul tuo sito sarebbe simile al seguente:

Aggiungi schema a WordPress Google

Snippet ricchi di schema tutto in uno

Anche i frammenti e le recensioni di prodotti ricchi sono una grande caratteristica da avere sul tuo sito web. Generano clic migliori sul tuo sito web dalle pagine dei risultati dei motori di ricerca.

Di seguito puoi vedere come i rich snippet, insieme alle loro valutazioni, si distinguono in Google. Includono una valutazione a stelle basata su recensioni aggregate, il prezzo effettivo del prodotto e se il prodotto è disponibile o meno.

Aggiungi schema alla ricerca di WordPress

Snippet ricchi di schema tutto in uno si integra con vari tipi di contenuti di WordPress, incluso il prodotto, e genera di conseguenza il markup dello schema.

Aggiungi schema a WordPress Rich

Revisione dello schema

La nostra raccomandazione finale sarà per la generazione di recensioni. Ciò è particolarmente utile per i siti che vendono prodotti che accettano anche recensioni degli utenti sui prodotti reali o riesaminano il prodotto stesso.

Se stai ricevendo buone recensioni, assicurati che vengano visualizzate nei risultati di ricerca di Google per incoraggiare gli utenti a visitare le pagine dei tuoi prodotti.

Per questa specifica funzione di mostrare recensioni, suggeriremo Revisione dello schema dallo stesso autore del plugin Schema, di cui abbiamo parlato più avanti in questo articolo.

Aggiungi schema alla modifica di WordPress

Come puoi vedere, puoi modificare il markup di revisione per singoli post. Tuttavia, questo si baserà solo sulle recensioni dell’editore.

D’altra parte, se desideri mostrare le recensioni dei clienti, possiamo suggerire Recensioni dei clienti WP, che supporta la possibilità di aggiungere recensioni dei clienti ai tuoi prodotti e genera output che riflettono lo schema di markup che mostra le recensioni aggregate.

Risoluzione dei problemi con markup dello schema

Dopo aver impostato lo schema di markup, è tempo di eseguire il tuo sito tramite lo strumento di test dei dati strutturati.

È importante che il tuo sito non contenga errori o avvisi.

Errori in eccesso o dati di markup strutturati in modo errato possono non solo essere problematici per i motori di ricerca, ma possono anche generare sanzioni algoritmiche che uccideranno il traffico organico sul tuo sito.

Correlati: Come creare una pagina 404 personalizzata in WordPress

Entrate multiple

Questo è di gran lunga il problema più grande che incontriamo quando si tratta di schema di markup. Con più plug-in che supportano la generazione dello schema di markup, si possono facilmente avere diversi plug-in che provano a generare gli stessi dati.

Il risultato sarà un casino di dati, provenienti da luoghi diversi e che potrebbero creare dati potenzialmente in conflitto o superflui.

Se vedi più voci per la tua organizzazione, controlla quali plugin stanno generando lo schema rivedendo le loro impostazioni; quindi disabilitare quelli che non si desidera visualizzare.

Campi obbligatori mancanti

Anche questo è un problema ed è probabile che venga visualizzato nella Console di ricerca di Google sotto il rapporto Dati strutturati.

Correggi i campi obbligatori mancanti identificando gli elementi che generano gli errori, quindi aggiornandoli o disabilitandoli (se non riesci a risolvere il problema).

Aggiungi schema a WordPress strutturato

Markup dello schema nascosto

Alcuni SEO senza scrupoli che cercano di ottenere migliori classifiche dei motori di ricerca hanno effettivamente iniziato ad abusare dello schema di markup generando dati strutturati per elementi che non sono effettivamente visibili sulla pagina o nascosti dal browser vero e proprio.

Se si intende utilizzare il markup dello schema, assicurarsi che gli elementi che si stanno marcando siano effettivamente presenti sullo schermo.

In caso contrario, ciò va contro le linee guida di Google. Ciò comporterà una sanzione algoritmica o una revisione manuale, entrambi i quali ridurranno gravemente il tuo sito.

Avvolgendo

Come abbiamo visto sopra, ci sono molti modi per aggiungere lo schema a WordPress. Scopriamo che i plugin pertinenti sono il modo più consigliato per implementare il markup dello schema. Tuttavia, se sei ancora nella fase di ricerca, ti consigliamo vivamente di optare per plug-in che supportano il markup dello schema in modo nativo piuttosto che dover installare plug-in di terze parti per supportare i dati strutturati.

Una volta che l’algoritmo esegue la scansione del tuo sito dopo aver apportato modifiche significative al markup, osserva le modifiche alle classifiche organiche e ottimizza e ottimizza.

Rispetto alla maggior parte dei lavori di ottimizzazione, questa è una vittoria relativamente facile!

CERTIFICATI SSL

SSL
Rendi il tuo sito più sicuro con il certificato SSL

SICUREZZA WEB

Sicurezza Sito Web
Mantieni il tuo sito privo di malware e i tuoi visitatori al sicuro.