Fai crescere il tuo business online.

Qual è la differenza tra SEO e CRO?

Intenzione dell’utente corrispondente

Bene, conosci quella sensazione incredibile quando vedi un picco nel traffico del tuo sito web? Quando i tuoi sforzi sono stati finalmente ripagati e il traffico organico è la tua principale fonte di traffico? Ottima sensazione, no?

Può solo essere oscurato dalla consapevolezza che il traffico non ha generato conversioni. Nada. Zilch. Nessuno chiede informazioni sui tuoi prodotti, nessuno acquista i tuoi servizi.

In breve, questa è la differenza tra SEO e CRO.

Chiedi a molte persone e diranno che puoi assumere un copywriter per aiutarti con CRO, o uno scrittore di contenuti SEO per aiutarti a incrementare il traffico organico. Ma i due non dovrebbero mai escludersi a vicenda.

Diamo un’occhiata più da vicino per capire perché.

La differenza tra SEO e CRO

Moz, il massima autorità nel campo, definisce SEO (Search Engine Optimization) come “La pratica di aumentare la quantità e la qualità del traffico verso il tuo sito Web attraverso risultati organici dei motori di ricerca”.

Marketing Sherpa definisce CRO (ottimizzazione del tasso di conversione) come, “La pratica di migliorare il tasso di conversione in qualsiasi pubblicità, marketing, vendite o altre pratiche commerciali che ha l’obiettivo di convincere una persona ad agire. (Il tasso di conversione misura il numero di potenziali clienti che intraprendono un’azione richiesta). ”

In altre parole: SEO attira il traffico, mentre CRO lo trasforma in denaro freddo e duro.

E se fosse possibile metterli tutti in un unico pacchetto ordinato?

Correlati: Guida SEO per principianti – Ottimizzazione dei motori di ricerca per siti Web di piccole imprese

Come conciliare CRO e SEO

Si potrebbe dire che l’obiettivo sia la differenza tra SEO e CRO. Sono entrambe tattiche di marketing digitale, ma il risultato è diverso. Questo è parzialmente vero.

Per essere efficace, qualsiasi tattica di marketing deve essere allineata con i tuoi obiettivi aziendali.

Il traffico organico in sé non ha senso. Non porta denaro e non paga le bollette.

A meno che non esegui AdSense sul tuo blog, il traffico è una metrica di vanità.

Analisi SEO e CRO
Foto: RawPixel su Unsplash

Il copywriting CRO è progettato per essere convertito, ovvero per portare in contanti. Ma senza la scrittura SEO, come attirerai i visitatori alla conversione? Il Catch-22 non è così problematico come sembra – non se torni indietro intento dell’utente, il concetto che dovrebbe essere la pietra angolare di SEO e CRO.

Vedete, i giorni del riempimento delle parole chiave per ottenere classifiche migliori sono (per fortuna!) Passati. Oggi, gli scrittori SEO che meritano il loro sale sanno che ripetere la stessa parola chiave ad nauseam non li porterà da nessuna parte. Non solo saranno penalizzati, ma il loro contenuto sarà anche illeggibile e incapace di convertire chiunque.

Quando aggiungi l’intento dell’utente al mix, non ottieni solo conversioni, ottieni anche le parole chiave per le quali dovresti ottimizzare – le parole chiave che gli utenti di Internet che sono pronti ad acquistare cercano.

A causa dell’aumento della ricerca vocale e degli utenti di Internet mobile, le parole chiave brevi appartengono al passato. Certo, puoi provare a ottimizzare le parole chiave composte da una o due parole, ma probabilmente costerà una fortuna superare i giganti. E non porteranno vendite.

Correlati: ricerca vocale e SEO – Qual è il grosso problema?

Le parole chiave a coda lunga, in particolare quelle con intento commerciale, vendono il meglio.

Perchè lo chiedi? Bene, perché queste parole chiave ti aiutano a creare contenuti che corrispondono alle intenzioni dei tuoi utenti.

Ad esempio, se ottimizzi per “scarpe da corsa”, potresti ottenere un sacco di traffico (è una parola chiave ad alto volume). Ma l’intenzione dell’utente non è chiara. Gli utenti stanno cercando di trovare le migliori marche di scarpe da corsa? Hanno appena iniziato a correre? Vogliono semplicemente vedere come sono le scarpe dei corridori? Non saprai mai.

D’altra parte, se ottimizzi per la “vendita di scarpe da donna Adidas bianca”, stai sicuramente prendendo di mira qualcuno che è pronto per l’acquisto. Hanno fatto i compiti. Conoscono il marchio che desiderano, il colore che desiderano e sanno anche che vogliono ottenere un buon prezzo. Certo, non otterrai tanto traffico (meno persone effettuano ricerche utilizzando query molto specifiche). Ma otterrai il traffico che conta.

Se riesci a soddisfare tutti questi criteri, i tuoi sforzi CRO e SEO lavoreranno mano nella mano per fare ciò che qualsiasi tattica di marketing dovrebbe fare: tagliare i tuoi profitti.

Circa un anno fa, un cliente ha contattato Idunn, l’agenzia che gestisco, chiedendo servizi di copywriting SEO. Gestivano una piccola boutique di abiti da sposa e volevano contenuti ottimizzati per “abiti da sposa”. Naturalmente vero? Certo, ma a malapena fattibile.

Abiti SEO E CRO

Spiegai al proprietario che avrebbero dovuto spendere decine di migliaia di dollari per combattere i giganti del settore. E anche allora, a condizione che siano riusciti a raggiungere la prima pagina dei risultati di Google, potrebbero non ottenere vendite.

Quando qualcuno cerca “abiti da sposa”, è molto probabile che facciano acquisti in vetrina. Forse non hanno nemmeno ancora fissato una data. “Un abito da sposa avorio in linea”, “un negozio di abiti da sposa a Tampa, in Florida” o “un abito da sposa bianco in vendita in Florida”, d’altro canto, sono tutte domande che qualcuno sa che cosa vorrebbe fare. Qualcuno che ha superato la fase di acquisto delle vetrine del proprio ciclo di acquisto e che è pronto per effettuare l’acquisto.

Ho spiegato tutto questo al nostro cliente. Ho detto loro che potremmo farli pagare per centinaia di articoli che probabilmente li faranno fallire. O che potremmo lavorare per ottenere sia vendite che classifiche a partire dall’intento dei loro potenziali clienti.

Fortunatamente, hanno seguito il nostro consiglio. Tre mesi dopo, stavano facendo la loro prima vendita attraverso contenuti organici.

Raccomandazioni finali

Se qualcuno ti dice di scegliere tra SEO e CRO, corri! Non dovresti fare questa scelta. SEO può vendere.

Inizia la ricerca di parole chiave tenendo presente le intenzioni dell’utente. Cosa avrebbero cercato? Come lo direbbero esattamente?

Quindi passa a scrivere la copia in modo che parli dei dolori e delle esigenze del tuo pubblico. Le parole chiave dovrebbero adattarsi perfettamente, senza sforzo e senza rendere innaturale il contenuto.

Il risultato finale è una copia che attira i visitatori e li converte in clienti paganti. In altre parole, l’intero pacchetto.

CERTIFICATI SSL

SSL
Rendi il tuo sito più sicuro con il certificato SSL

SICUREZZA WEB

Sicurezza Sito Web
Mantieni il tuo sito privo di malware e i tuoi visitatori al sicuro.