Fai crescere il tuo business online.

Come ottenere backlink a un sito Web di piccole imprese

Ottieni backlink in modo virtuoso

Perché devi imparare come ottenere backlink al tuo sito web? Bene, tutti vogliono posizionarsi più in alto nei risultati di ricerca di Google, ma pochi capiscono come farlo accadere. Molti proprietari di siti Web di piccole imprese, in particolare, si sentono persi nel tentativo di farsi notare e competere con marchi con budget di marketing online di milioni di dollari.

Ci sono buone notizie Non è necessario un ingente budget di marketing per migliorare il posizionamento nei motori di ricerca.

Non hai bisogno di trucchi fantasiosi o anche di una conoscenza approfondita di come funziona Internet (anche se aiuta). Una conoscenza di base dell’ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO), incluso come ottenere backlink, farà molto per migliorare la posizione del tuo sito Web nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca (SERP).

Suona bene?

Che cos’è un backlink?

Come sembra il nome, un backlink è semplicemente un collegamento ipertestuale su un altro sito Web che rimanda al tuo. Un backlink è come un’approvazione agli occhi di Google e di altri motori di ricerca.

I backlink riflettono la compagnia che tieni e i tipi di industrie e blog che ti raccomandano ai loro visitatori.

Prima di approfondire come ottenere backlink al tuo sito Web per piccole aziende, esaminiamo alcune nozioni di base SEO. Da qui, dovresti essere in grado di sviluppare una strategia che fa crescere i tuoi backlink, classifiche, traffico e, naturalmente, vendite.

Correlati: Guida per principianti all’ottimizzazione dei motori di ricerca per siti Web di piccole imprese

Ci sono tre pilastri del SEO

Le colonne di marmo rappresentano tre colonne SEO

Prima di poter iniziare a creare backlink, devi capire come funziona l’ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO). Questa solida base può aiutarti a prendere decisioni intelligenti su parole chiave, contenuto e promozione durante il processo di creazione del backlink.

I tre pilastri della SEO includono struttura, soddisfare e autorità. Ognuno di questi pilastri è altrettanto importante:

Struttura

Se il tuo sito Web non è ottimizzato per i dispositivi mobili e gli elementi in pagina non si caricano bene, i tuoi contenuti non contano. Ricorda, 53% di utenti mobili rimbalzerà se il caricamento di un sito Web richiede più di tre secondi. Non lo leggeranno se non ci riescono.

Soddisfare

Se i tuoi contenuti non sono divertenti, informativi o interessanti, le persone non condivideranno o collegheranno ad essi. Perché qualcuno dovrebbe raccomandare qualcosa che non ha trovato utile o interessante?

Autorità

Raggiungere un nuovo pubblico e catturare l’attenzione di grandi gruppi di persone attira l’attenzione sul tuo marchio. Questo porta a una maggiore condivisione, più collegamenti e più buzz intorno al tuo marchio.

Con questi tre pilastri, puoi vedere come i siti Web che investono continuamente in tutti gli aspetti della SEO ottengono prestazioni migliori rispetto ai siti Web della concorrenza che non lo fanno. Puoi anche vedere come un’azienda che si concentra solo sui backlink può veder fallire i suoi sforzi.

Cattive tattiche di backlink

Prima di poter iniziare attivamente a creare backlink, è importante capire perché è necessario crearli eticamente.

Il segnale di stop rappresenta tattiche di backlink errate]

Nell’aprile del 2012, Google ha annunciato un aggiornamento del loro algoritmo di ricerca, denominato Pinguino. Penguin ha penalizzato i siti Web che stavano essenzialmente costruendo i propri backlink al solo scopo di manipolare i risultati della ricerca.

Il modo principale per ottenere un notevole aumento dei backlink era acquistare e pagare altri siti Web per tali link. Grazie all’aggiornamento Penguin, se ti impegni ad acquistare link e vieni scoperto, Google può penalizzarti rimuovendo completamente il tuo sito dai risultati di ricerca.

Dall’aggiornamento iniziale nel 2012, ci sono state molte altre aggiunte al Algoritmo Penguin per tenere conto della cattiva costruzione di link.

Google è incredibilmente chiaro su ciò che non è consentito in termini di creazione di backlink, quindi c’è poco rischio che tu possa “accidentalmente” incappare in una cattiva strategia di costruzione di link.

L’elenco seguente delle tattiche viene estratto direttamente Google ed è esplicito su cosa non si può fare:

  • Comprare o vendere link che passano PageRank. (Ciò include anche l’invio a qualcuno di un prodotto “gratuito” in cambio della loro scrittura su di esso e incluso un link.)
  • Scambi eccessivi di collegamenti (“Collegati a me e io collegherò a te”) o pagine dei partner esclusivamente per motivi di collegamento incrociato tra più siti.
  • Campagne di marketing di articoli su larga scala o di pubblicazione di ospiti con collegamenti di testo di ancoraggio ricchi di parole chiave.
  • Utilizzo di programmi o servizi automatizzati per creare collegamenti al tuo sito.
  • Annunci di testo che superano PageRank.
  • Pubblicità o pubblicità nativa in cui viene ricevuto il pagamento per articoli che includono collegamenti che passano PageRank.
  • Collegamenti con testo di ancoraggio ottimizzato in articoli o comunicati stampa distribuiti su altri siti.
  • Link a siti di directory o segnalibri di bassa qualità.
  • Link ricchi di parole chiave, nascosti o di bassa qualità incorporati in widget che sono distribuiti su vari siti.
  • Collegamenti ampiamente distribuiti nei piè di pagina o nei modelli di vari siti.
  • Commenti sul forum con link ottimizzati nel post o nella firma.

Vedi le somiglianze tra tutte le violazioni? Tutte queste tattiche hanno lo scopo esclusivo di creare backlink SEO. Il contenuto non è preso in considerazione e nemmeno l’utente. Cercare attivamente backlink in questo modo può e dovrebbe penalizzare il tuo sito web.

Google vuole proteggere le sue classifiche e punirà le pagine che tentano di giocare al sistema.

Google può facilmente scoprire se un sito Web utilizza una strategia sopra perché sa come appare un profilo di backlink naturale rispetto a un profilo innaturale. Hanno il profilo di backlink del tuo sito web perché eseguono la scansione e catalogano ogni singolo link trovato su Internet.

Se guadagni 10.000 collegamenti questo martedì e solo due o tre nelle prossime settimane, e poi all’improvviso ne guadagni altri 2.000 al mese, ci sono buone probabilità che ti impegni in una delle tattiche sopra.

Come ottenere i backlink, quindi?

È importante affrontare tutti i modi negativi per ottenere backlink in modo da poterli evitare e concentrarsi su una crescita etica della presenza della ricerca. Come proprietario di un sito Web per piccole aziende, potresti essere contattato da aziende che utilizzano queste tattiche e promettono risultati.

Gli effetti potrebbero essere devastanti se Google penalizza il tuo marchio a causa di pratiche losche.

Uno dei modi più sicuri per produrre backlink consiste nello stabilire se stessi o la propria azienda come leader di pensiero (o influencer) nel proprio settore.

Le persone là fuori stanno cercando i tuoi prodotti o servizi, che tu sia un neurochirurgo o un fiorista. Puoi posizionare te stesso o il tuo marchio come la migliore opzione possibile per soddisfare le loro esigenze. E tutto inizia con un blog.

Correlati: come avviare un blog

5 passaggi per creare backlink sul tuo sito web

Non devi essere un guru del web o uno specialista SEO per creare backlink per il tuo sito web. Ecco un semplice processo in cinque passaggi che puoi integrare nella tua strategia di marketing per aumentare le tue classifiche, il traffico e il conteggio dei backlink:

  1. Analizza: scopri quali termini le persone cercano nel tuo settore.
  2. Crea: crea contenuti coinvolgenti e di alta qualità destinati a quei termini di ricerca (parole chiave).
  3. Pubblica: pubblica i contenuti con targeting per parole chiave sul tuo sito Web e ottimizza la pagina in base al termine che hai scelto.
  4. Promuovi: fai sapere al mondo che hai pubblicato il contenuto.
  5. Monitor: monitora e analizza la tua attività, il traffico organico e il profilo di backlink.

Esamineremo ciascuno di questi in modo più dettagliato in modo da poterli applicare al tuo processo SEO.

1. Analizza: scopri cosa cercano le persone

Il primo passo per imparare a ottenere i backlink è quello di creare un elenco di parole chiave che riflettano ciò che le persone stanno cercando per raggiungere il tuo sito Web o concorrenti nel tuo settore.

Ad esempio, se gestisci un’officina di riparazione auto, i clienti potrebbero raggiungere il tuo sito attraverso termini come “cambio dell’olio vicino a me” o “meccanico in [city name]“.

La buona notizia è che non devi indovinare quali sono queste parole chiave da comporre in SEO. Con i giusti strumenti di ricerca, puoi curare un elenco di parole e frasi utili ai tuoi clienti per trovarti e preziose per il tuo marchio nel suo insieme.

Inizia con la ricerca in loco

Se il tuo sito Web ha una funzione di barra di ricerca, i tuoi clienti ti stanno già dicendo di quali informazioni hanno bisogno. Google Analytics è in grado di acquisire questi termini di ricerca ed elencarli per consentirne la revisione.

Un terzo dei visitatori del tuo sito effettuerà una ricerca sul sito, in modo da poter curare rapidamente un elenco di termini pertinenti.

Cerca modelli nelle parole chiave e lascia che guidino i tuoi contenuti. Ad esempio, se le persone cercano parole chiave correlate al matrimonio, potresti voler promuovere di più il tuo spazio come luogo. La tua landing page con quel contenuto potrebbe dover essere più prominente o potresti dover creare più contenuti attorno a quei termini di ricerca.

Analizza i tuoi concorrenti

Se vuoi assumere una posizione competitiva nel tuo campo SEO, analizza le parole chiave dei tuoi concorrenti. WordStream ha curato un elenco di otto strumenti utili per trovare le loro parole chiave principali e altre parole chiave sulle quali potrebbero non essere disponibili. Puoi usarlo per guidare la tua strategia.

Correlati: Come trarre ispirazione dai concorrenti (senza rubare le loro idee)

Prova lo strumento di pianificazione delle parole chiave di Google

Se utilizzi Google Ads, tocca nel planner parole chiave per raggruppare possibili idee e sinonimi. Con lo strumento di pianificazione delle parole chiave, puoi digitare un’idea e Google ti consiglierà altri termini e parole chiave, mostrandoti al contempo la popolarità di ricerca di ognuna. Puoi ottenere nuove idee mentre stabilisci quali strumenti sarebbero più efficaci.
Come ottenere backlink Esempio di pianificatore di parole chiave di Google

Come puoi vedere dall’esempio sopra, la parola chiave “Cura dell’acufene” è altamente competitiva, ma il termine “cos’è l’acufene” ha solo 880 ricerche mensili. Se sei un orecchio dottore, potresti creare un post sul blog con il termine successivo, concentrandoti su cosa sia l’acufene.

Puoi anche consultare i termini di ricerca in Google Ads. Questi non sono i termini su cui stai facendo offerte, ma i termini che le persone usano per trovare i tuoi annunci. Potresti scoprire alcune parole chiave che Google non ha mai pensato.

Correlati: Calendario editoriale – Contenuto, parola chiave e connessione SEO

2. Crea: produce contenuti di qualità mirati a tali termini di ricerca

Una volta che hai il tuo elenco di parole chiave, è il momento di assegnare il contenuto a ciascun termine.

Il mondo è la tua ostrica in termini di creazione di contenuti.

Puoi creare infografiche, video, eBook, white paper e post di blog – solo per citarne alcuni. Come piccolo imprenditore, devi valutare il tuo tempo e il costo di produzione.

Un’infografica può essere impressionante, ma può anche essere costosa e richiede tempo. Il modo più veloce per produrre contenuti in modo economico è tramite i blog.

Ad esempio, se si desidera creare backlink e classificarsi in alto per la parola chiave “matrimonio all’aperto”, alcune potenziali idee che emergono includono:

  • Cosa cercare in una location per matrimoni all’aperto.
  • Le migliori idee per un matrimonio all’aperto.
  • Consigli dei wedding planner per un matrimonio all’aperto.

Come puoi vedere, ogni idea è unica, ma tutte le idee dei post sul blog si ricollegano alla parola chiave target.

Suggerimento professionale: Ricerche “Near me” cresciuto del 900% tra il 2015 e il 2017. Questi sono termini come “parrucchiere vicino a me” o “idraulico nel mio quartiere”. Questi termini non solo sono popolari, ma sono anche efficaci. Oltre il 75% delle ricerche locali mobili ha portato a una visita nello stesso giorno del negozio e il 26% di tali visite si è trasformato in un acquisto. Prendi in considerazione la ricerca e la creazione di contenuti localizzati destinati a questi termini di ricerca popolari.

Correlati: Come pianificare il calendario editoriale del blog aziendale

3. Pubblica: pubblica i contenuti SEO-friendly sul tuo sito web

Uno dei più grandi errori che potresti commettere nell’apprendere come ottenere backlink è la creazione di più contenuti attorno a una parola chiave.

Ad esempio, la parola chiave “matrimonio all’aperto” ha generato tre idee, ma dovresti usarne solo una per post sul blog.

Se continui a creare contenuti attorno alla stessa parola chiave, finirai per competere con te stesso e i tuoi contenuti saranno meno efficaci.

Prendi invece una parola chiave e cerca quattro o cinque termini simili che puoi usare. (Qui è dove Google Keyword Planner è utile.) Puoi prendere una parola chiave e trovarne una dozzina simile. Se usi uno strumento SEO come Yoast, verrai avvisato quando usi una parola chiave target duplicata.

Sviluppa contenuti fondamentali

Se vuoi davvero classificare una parola chiave in particolare, considera lo sviluppo di contenuti fondamentali. Come Instapage Stephanie Mialki Appunti:

“Il contenuto fondamentale è … il valore più alto, la maggior parte dei contenuti di base per aumentare il traffico e la consapevolezza del marchio.”

È qui che arriva l’investimento strategico in contenuti.

Molti marchi investiranno in contenuti di alta qualità, come un eBook o un white paper, per scegliere come target una parola chiave specifica. Questo è il contenuto fondamentale. Quindi, creeranno una manciata di post di blog di supporto che rimandano al pezzo principale e indirizzano i lettori alle informazioni preziose.

Ad esempio, se un white paper su pietra angolare si chiama “Come perdere peso del bambino in sei mesi”, i post di blog supplementari riguarderebbero argomenti e parole chiave come:

  • Quanto peso aumentano le donne durante la gravidanza?
  • Quanto tempo ci vuole in media per perdere peso dopo il bambino?
  • Quando le donne possono iniziare l’attività fisica dopo aver avuto un bambino?

Ogni pezzo avrebbe le sue parole chiave (e soddisferebbe gli standard di qualità del tuo blog) ma rimanderebbe anche al pezzo fondamentale.

Correlati: Guida dettagliata alla scrittura di un articolo di blog di facile ricerca

4. Promuovi – Fai sapere al mondo che stai creando ottimi contenuti

Oltre a prendere il maggior numero di passaggi possibili per classificare bene i tuoi contenuti, puoi anche spingere le persone a leggere e condividere i tuoi post sul blog.

Ricorda, più persone che vedono i tuoi post si collegheranno ad esso, aumentando il numero di backlink con l’aiuto delle tue promozioni social.

Una delle domande principali che la gente si pone è se condivisioni sui social media conto per SEO. I social media non sono un fattore di ranking SEO diretto. In tal caso, i marchi potrebbero semplicemente farsi strada in posizioni alte promuovendo i loro contenuti su vari canali social.

Detto questo, la promozione dei tuoi contenuti sui social media può generare traffico sul tuo sito Web e spingere gli altri a ricollegarsi ai tuoi contenuti, il che influisce sul tuo SEO.

Più persone raggiungi sui social media, più è probabile che le persone si colleghino ad esso. Questo crea i tuoi backlink.

Inoltre, il traffico che indirizzi ai tuoi contenuti viene acquisito nell’analisi comportamentale. Se il tuo pubblico trascorre molto tempo sulla tua pagina, Google noterà il comportamento del pubblico.

Il motore di ricerca può vedere che la pagina ha una bassa frequenza di rimbalzo ed è ottimizzata per i dispositivi mobili, segnalando che il contenuto è prezioso. Potresti notare classifiche più alte man mano che il tuo impegno sociale cresce perché le persone godono dei contenuti che condividi.

Naturalmente, queste classifiche più elevate ti aiutano a sfruttare il tuo successo e a guidare ancora più backlink verso il tuo sito.

Correlati: suggerimenti sui social media per risparmiare tempo per i proprietari di attività

5. Monitoraggio: traccia e analizza la tua attività e i risultati SEO

Quando inizi a pubblicare regolarmente contenuti e condividerli sui social media, imposta una procedura per tracciare i tuoi backlink e altri punti dati.

Ancora una volta, non è necessario essere un mago dei numeri per monitorare i tuoi approfondimenti. statistiche di Google è gratuito per gli utenti del sito Web e ci sono tutorial facili da digerire che puoi seguire per conoscere lo strumento.

Puoi controllare le tue analisi settimanalmente, ma una volta al mese va bene. Con Google Analytics, puoi rivedere una serie di metriche diverse in grado di fornire valore al tuo marchio e alla strategia dei contenuti. Questi includono:

  • Pagine principali e post di blog
  • Principali canali per indirizzare il traffico (Google, Facebook, ecc.)
  • Dati demografici e interessi dei tuoi destinatari
  • Fonti di traffico (desktop vs. mobile, Chrome vs. Mozilla)
  • Frequenza di rimbalzo, tempo sul sito e altri comportamenti d’uso

Per tenere traccia dei backlink del tuo sito Web, ti suggerisco di utilizzare Maestoso, OpenSiteExplorer o Ahrefs. Sarai in grado di ottenere alcuni dati gratuitamente, ma vale la pena pagare per questi servizi se il tuo obiettivo è costruire backlink al tuo sito web.

Lo sviluppo di backlink e il miglioramento della tua SEO non è un progetto durante la notte.

La maggior parte dei marchi non vede i risultati desiderati per almeno 12 mesi. Anche se stai classificando bene, non vuoi fermarti. Lasciare che i tuoi contenuti diventino stantii è un ottimo modo per cadere in classifica. Non vuoi che tutto il tuo duro lavoro sia inutile.

Creare i migliori contenuti possibili non sarà mai punito da motori di ricerca come Google. I motori di ricerca ti apprezzeranno, il tuo pubblico si impegnerà con te e il tuo business crescerà.

Ora vai avanti e trasmetti le tue conoscenze – e raccogli i benefici del tuo lavoro.

.

CERTIFICATI SSL

SSL
Rendi il tuo sito più sicuro con il certificato SSL

SICUREZZA WEB

Sicurezza Sito Web
Mantieni il tuo sito privo di malware e i tuoi visitatori al sicuro.