Fai crescere il tuo business online.

Perché i tuoi clienti dovrebbero possedere i loro piani di dominio, e-mail e hosting

Aiuta i tuoi clienti a possedere la loro presenza.

I tuoi clienti dovrebbero avere il controllo totale sulla loro presenza sul web. Ciò include la proprietà del proprio dominio, account di posta elettronica e hosting. Dovrebbe includere anche tutti i servizi di terze parti che hai impostato per loro conto, come analisi web, handle di social media o strumenti SEO.

Tutta questa diligenza garantisce che il cliente possa gestire la propria attività evitando inutili preoccupazioni. I problemi con la proprietà dell’account sono l’ultima cosa che il tuo cliente si aspetta.

Abbiamo tutti sentito parlare di situazioni in cui un cliente e il suo sviluppatore web si separano. Quindi, quando il client effettua una modifica o assume un nuovo sviluppatore, il client scopre di avere un accesso di amministratore limitato o assente ai propri account.

Questo può accadere per diversi motivi, ma il risultato è quasi sempre lo stesso: frustrazione. Quella frustrazione può trasformarsi in ponti bruciati e una cattiva reputazione per lo sviluppatore precedente che ha lasciato il client bloccato senza controllo.

Non vuoi essere quello sviluppatore.

Ma non è tutto.

Preoccupazioni di carattere professionale, etico e legale entrano in gioco quando la proprietà dell’account non si colloca con il proprietario dell’attività.

La proprietà del dominio è particolarmente critica. Tutto dipende dal nome di dominio e dai suoi record DNS. L’hosting e l’email non funzioneranno se il dominio non è configurato correttamente.

Se un’azienda perde il controllo del proprio dominio, le implicazioni possono essere significative.

Se il dominio smette di puntare al sito del tuo cliente, ad esempio, non ha più una presenza online primaria. Tutte le classifiche di ricerca che hanno costruito nel corso degli anni scompariranno.

Se il dominio scade, potrebbe essere raccolto da qualcun altro. Un concorrente potrebbe registrare il dominio e puntarlo al proprio sito.

È ancora più terribile per i negozi online e altre attività commerciali in cui tutte le entrate provengono dal sito web. Ogni minuto di downtime è un colpo diretto alla linea di fondo.

Inoltre, considera tutti i servizi essenziali che dipendono dalla posta elettronica: agenzie governative, istituzioni finanziarie, servizi pubblici, ecc. Per non parlare delle informazioni riservate e delle comunicazioni commerciali sensibili che arrivano tramite e-mail. Tutto il routing dietro le quinte per la posta elettronica si basa sui record DNS e MX del dominio.

Se un’azienda perde il controllo del proprio dominio, può perdere l’accesso alla propria e-mail.

Se un dominio scade e qualcun altro lo raccoglie, potrebbe facilmente ricreare gli indirizzi email esistenti e continuare a ricevere messaggi a cui non dovrebbero avere accesso. Potrebbero anche utilizzare il recupero della password per accedere ad altri account associati a tali indirizzi e-mail.

Ho affrontato questo di prima mano.

Una volta avevo un cliente nel settore dei servizi finanziari. Il loro vecchio sviluppatore ha lasciato scadere il dominio. Qualcun altro ha quindi rivendicato il dominio. Il mio cliente ha dovuto arrampicare e registrare un nuovo dominio; aggiorna il loro indirizzo email su tutti i servizi; aggiornare tutte le loro garanzie di marketing; e avvisare tutti i loro clienti della modifica. È stato un incubo costoso.

Non dimenticare la privacy dei clienti del tuo cliente.

Le aziende devono disporre di politiche e procedure chiare per proteggere le informazioni personali dei clienti (informazioni di identificazione personale). Le aziende devono anche soddisfare rigide normative e standard governativi e di settore come il CCPA (California Consumer Privacy Act) e il GDPR europeo (Regolamento generale sulla protezione dei dati).

È probabile che tu fornisca il servizio di costruzione di siti Web, non conformità normativa. Il cliente deve richiedere tale assistenza ai professionisti legali specializzati in questo settore.

Puoi aiutare a mitigare alcuni rischi raccomandando i giusti prodotti di hosting e sicurezza, ma la proprietà dovrebbe sempre essere a nome del tuo cliente. Se il cliente raccoglie informazioni personali tramite il proprio sito Web o e-mail, dovrebbe essere responsabile dell’adesione ai processi e alle normative.

Prepara i tuoi clienti per il successo.

Come professionista del web, vuoi offrire ai tuoi clienti il ​​miglior servizio, evitando potenziali insidie. Volete anche mitigare i rischi e le passività non necessari per tutti i soggetti coinvolti.

Ecco perché è una buona pratica commerciale pianificare in anticipo la proprietà, invece di capirlo al volo. Ecco alcuni consigli per potenziare i tuoi clienti e tenerli sotto controllo:

Fai acquisti di prodotti uno dei tuoi primi passi.

Guida i tuoi clienti ad acquistare correttamente il loro dominio, e-mail e hosting all’inizio del progetto. Ciò dimostra che sei impegnato in una partnership di successo a lungo termine e che non stai “bloccandoli”.

Alcune tattiche da considerare:

  • Crea un cheat sheet Guida introduttiva. Includere indicazioni chiare e dettagliate su quali prodotti / servizi considerare; cosa comprare; e come impostare le cose.
  • Guidali attraverso il processo. Apprezzeranno l’incoraggiamento e il supporto. È anche un potenziale punto di partenza per la formazione continua, la manutenzione e la gestione del sito.
  • Consiglia i prodotti giusti per i loro affari, e quindi impostare tutto per loro.

Questo processo è ancora più semplice se sei un membro AzHost Pro e i tuoi clienti acquistano prodotti AzHost. Con AzHost Pro, puoi utilizzare una delle due opzioni di accesso delegato: Gestisci prodotti o Gestisci prodotti e Acquista.

Ciò ti consentirà di acquistare in sicurezza i prodotti AzHost all’interno dell’account del tuo cliente o di inviargli un carrello degli acquisti precompilato da acquistare.

Se non sei un membro AzHost Pro, scopri di più e partecipa al programma gratuito.

Offri i tuoi servizi di hosting.

Alcuni web designer e sviluppatori preferiscono integrare hosting, manutenzione e supporto in un unico fermo mensile o annuale. È una cosa in meno di cui i tuoi clienti devono preoccuparsi, ed è una bella fetta di entrate ricorrenti per te.

Se scegli di seguire questa strada, la soluzione migliore è utilizzare l’hosting dei rivenditori, come i piani di hosting dei rivenditori di AzHost, o diventare un membro di un programma per rivenditori in white label, come il programma dei rivenditori AzHost .

I piani di hosting per rivenditori e i programmi per rivenditori hanno i loro pro e contro, quindi assicurati che qualsiasi cosa tu scelga si adatti al tuo modello di business. In entrambi i casi, il tuo cliente avrà il proprio account, anche se sta acquistando l’hosting da te.

Trasferisci la proprietà dell’account esistente sul tuo cliente.

Cosa succede se hai già la proprietà del nome di dominio del tuo cliente? Il trasferimento della proprietà è relativamente semplice. Fare riferimento a questo articolo della Guida per la procedura dettagliata.

Se il sito del tuo cliente si trova su un account di hosting di tua proprietà, puoi migrare il suo sito su un account di hosting che essi proprio.

Se non hanno già un account di hosting, guidali nella scelta e nell’acquisto del giusto piano di hosting, quindi aiutali a configurarlo e migrare il sito.

Il processo di migrazione varia in base alla modalità di creazione del sito. Se il loro sito è stato creato su WordPress, ad esempio, puoi eseguire la migrazione del sito manualmente oppure puoi utilizzare un plug-in simile Migrazione WP all-in-one.

Se stai eseguendo la migrazione a un piano di hosting WordPress su AzHost , puoi utilizzare lo strumento di migrazione automatica integrato nella procedura guidata di configurazione del sito Web WordPress.

I membri di AzHost Pro possono anche migrare i siti WordPress usando la clonazione dei siti nella dashboard di AzHost Pro.

La migrazione della posta elettronica è un processo più complicato. Dipende da come sono stati inizialmente configurati gli account email, ovvero se si tratta di un account di hosting email G Suite, Office 365 o POP.

Per rendere la migrazione della posta elettronica il più indolore possibile, è possibile contattare il team di supporto per il provider di hosting della posta elettronica verso cui i clienti effettuano la migrazione. Questi team di supporto sono generalmente più che felici di portare un nuovo cliente sulla loro piattaforma.

Aiuta il tuo cliente a riprendere il controllo da qualcun altro.

Se hai un cliente i cui account sono controllati da un web designer o sviluppatore precedente (e forse non risponde), la cosa migliore che puoi fare è fornire assistenza e supporto.

Inizia contattando chiunque attualmente controlli i conti. Spiega la situazione e che stai migrando il tuo client verso un nuovo fornitore di servizi.

Idealmente, il proprietario del conto corrente sarà comprensivo e collaborativo. Questo è lo scenario migliore.

Se il proprietario dell’account corrente non è collaborativo, i clienti dovranno contattare i fornitori di servizi esistenti. Per i domini, i tuoi clienti devono contattare il registrar del loro dominio. Puoi utilizzare lo strumento Whois di AzHost per cercare i dettagli del registrar per qualsiasi dominio.

Per e-mail o hosting, i tuoi clienti devono contattare l’attuale fornitore di servizi. Se non sono sicuri di chi sia il provider, puoi utilizzare lo strumento Whois di AzHost o uno strumento più avanzato come MX Toolbox indagare.

In entrambi i casi, il cliente dovrà disporre di prove che dimostrino di essere il legittimo proprietario del nome di dominio, del sito Web o degli account di posta elettronica.

Nota: Se il sito Web e l’email del cliente sono attualmente ospitati su un account condiviso con accesso limitato, potrebbe essere necessario essere creativi con la risoluzione dei problemi.

Ad esempio, potrebbe essere necessario ricostruire il sito da zero. Per la posta elettronica, potrebbe essere necessario migrare manualmente gli archivi di posta elettronica o eseguire una procedura guidata di migrazione della posta elettronica su qualunque servizio si stiano trasferendo i clienti. Tutto dipende dalla situazione specifica del tuo cliente.

Inserisci i dettagli della proprietà nei tuoi contratti.

Sii proattivo includendo i dettagli nel tuo contratto per quanto riguarda la proprietà del cliente del proprio dominio, hosting e account di posta elettronica. Questi punti dovrebbero spiegare chiaramente che il tuo cliente possiede ed è in definitiva responsabile di tutti e tre.

Se decidi di offrire hosting web e / o email, includilo come servizio aggiuntivo separato dalla costruzione o dalla gestione del sito web. Quindi assicurati che il tuo cliente dovrebbe avere il livello di accesso appropriato per gestire i propri account di hosting e e-mail. (Vedi la sezione sopra relativa a: offrire i tuoi servizi di hosting.)

Ultimo ma non meno importante, includi una politica di cancellazione che esponga cosa succede se tu e il tuo cliente vi separate. Questo ulteriore livello di diligenza dimostra la tua professionalità, pur ponendo chiare aspettative.

Puoi gestire in modo sicuro il dominio del tuo cliente, gli account di posta elettronica e di hosting senza condividere le credenziali di accesso.

Qualunque sia il tuo approccio, non utilizzare le credenziali di accesso del tuo cliente per svolgere il tuo lavoro. Dovresti avere un account utente separato, come il tuo login per WordPress, cPanel login o Office 365.

L’uso di accessi separati migliorerà notevolmente la sicurezza degli account dei tuoi clienti.

Se sei un membro AzHost Pro, puoi utilizzare la dashboard AzHost Pro per acquistare e gestire in sicurezza i prodotti AzHost per conto dei tuoi clienti, inclusi i domini.

Puoi anche utilizzare la dashboard di  AzHost Pro per accedere e gestire in sicurezza i siti WordPress dei tuoi clienti, indipendentemente da dove siano ospitati. (E se hai clienti che non sono usando WordPress, puoi comunque utilizzare la dashboard di AzHost Pro per monitorare i loro siti.)

Tutto senza la confusione e la preoccupazione di condividere le credenziali.

Un’altra vittoria per loro, un’altra vittoria per te.

Immagine di: rupixen.com su Unsplash

.

CERTIFICATI SSL

SSL
Rendi il tuo sito più sicuro con il certificato SSL

SICUREZZA WEB

Sicurezza Sito Web
Mantieni il tuo sito privo di malware e i tuoi visitatori al sicuro.